Menu Principale  

   
Tophost
   
   
   

LIEBIG BELGIO - ANVERSA


1900* - 1962
*IL SITO NON PRENDE IN CONSIDERAZIONE LE FIGURINE DELL'800

DA SERIE 609 A SERIE 1781

 

INTRODUZIONE ALLA RACCOLTA

 

 

1. NEL QUADRO GENERALE 

LE LIEBIG BELGHE, LA CUI COMPAGNIA FU STANZIATA AD ANVERSA NON SONO UNA RACCOLTA MINORE TRA LE DIVERSE RACCOLTE LIEBIG NAZIONALI. 

C'E' DA DIRE, A PROPOSITO DI ANVERSA, CHE QUESTA CITTA' (A LIVELLO COLLEZIONE LIEBIG) NON E' UNA CITTA' QUALUNQUE, E' LA CITTA' SEDE DELLA COMPAGNIA LIEBIG (LA CASA MADRE, PER INTENDERCI).
E' AD ANVERSA, DIFATTI CHE AVVIENE LA PRODUZIONE DELLE CROMOLITOGRAFIE LIEBIG ITALIANE E NON SOLO, ALMENO FINO AGLI ANNI PRECEDENTI LA PRIMA GUERRA MONDIALE.
BASTA GIRARE AL VERSO QUALCHE SERIE ITALIANA DI QUEGLI ANNI SE NON DELL'800 PER RENDERSENE IMMEDIATAMENTE CONTO. 

MA RITORNIAMO ALLA RACCOLTA LIEBIG TARGATA BELGIO.
CONTRARIAMENTE A QUELLO CHE SI POTREBBE PENSARE, ACCOSTANDO LE FIGURINE AD UN DISCORSO COMMERCIALE, LE LIEBIG PRODOTTE IN BELGIO, RAPPRESENTANO UNA VERA ANOMALIA.
INFATTI IL MERCATO DI CONSUMATORI BELGI ERA CERTAMENTE PIUTTOSTO LIMITATO, VISTA LA POPOLAZIONE NEGLI ANNI 1872-1962.
SE PRENDESSIMO IN CONSIDERAZIONE, A TERMINE DI PARAGONE, LA POPOLAZIONE ITALIANA NEGLI STESSI ANNI, PER NON DIRE DI QUELLA TEDESCA, RISULTA CHE LE SERIE PRODOTTE IN BELGIO SONO STATE PIU' NUMEROSE DI QUELLE IN LINGUA ITALIANA, CONSIDERANDO ANCHE CHE LE SERIE ITALIANE SONO ANDATE AVANTI PER 13 ANNI DOPO LA CHIUSURA DELLA EDIZIONE BELGA. 

SE POI CI METTIAMO SOPRA CHE UN GRANDISSIMO NUMERO DI SERIE (380) SONO STATE REALIZZATE OLTRE CHE NELLA VERSIONE FRANCOFONA O VALLONE, ANCHE IN LINGUA FIAMMINGA (SONO TUTTE LE SERIE BELGHE DAL 1930 AL 1962, SOLO TRADOTTE E STAMPATE IN LINGUA FIAMMINGA) AVREMO UNO SFORZO EDITORIALE ENORME PER UN "MERCATO", QUINDI PER UNA POPOLAZIONE, ESTREMAMENTE RIDOTTO! 

POSSIAMO ANCHE SUPPORRE CHE IL BELGIO FOSSE BEN PIU' RICCO DELL' ITALIETTA NOSTRANA, RICCHEZZA CHE GLI VENIVA ANCHE DALLE COLONIE AFRICANE, MA QUESTO NON GIUSTIFICHEREBBE COMUNQUE MAI UNA SOSTANZIALE PARITA' TRA LA PRODUZIONE NUMERICA DELLE SERIE DELLE DUE RACCOLTE ITALIANA E BELGA.
NEMMENO LO PUO' GIUSTIFICARE LA LOCATION BELGA DELLE SEDE DELLA COMPAGNIA LIEBIG, SAREBBE FUORI DA OGNI LOGICA. 

RIPETO, SE LE FIGURINE FOSSERO STATE, COME EFFETTIVAMENTE AVREBBERO DOVUTO ESSERE, UNA VEICOLAZIONE PUBBLICITARIA, CHI MI SPIEGA PERCHE' LA LIEBIG ABBIA PRODOTTO 1330 SERIE, DI CUI BEN 139 ESCLUSIVE PER IL BELGIO, ADDIRITTURA AGGIUNGENDO, DAL 1930, LA PRODUZIONE DI PARI NUMERO DI SERIE IN LINGUA FIAMMINGA, QUANDO PER L'ITALIA, 42 MILIONI DI ABITANTI CONTRO 8 E CON UNA SUPERFICIE TERRITORIALE 10 VOLTE QUELLA DEL BELGIO NE HA PRODOTTE SOLO 1319?
CHI ME LO SA SPIEGARE? 

CI METTO IL CARICO DA 90:  ESCLUDO L'ITALIA DAL RAGIONAMENTO E PRENDO IN CONSIDERAZIONE I PAESI BASSI ( MOLTO PIU' SIMILI AL BELGIO CHE NON IL "BEL PAESE"), DALLA SUPERFICIE DI 41.543 Km QUADRI (UN PO PIU' GRANDE DEL BELGIO MA DI POCO) ED UN NUMERO DI ABITANTI, NEL 1930, DI CIRCA 9 MILIONI DI PERSONE.
IL BELGIO HA AVUTO 1330 SERIE E L'OLANDA (O PAESI BASSI CHE SIANO) SOLO 750 CON NESSUNA, DICO NESSUNA SERIE ESCLUSIVAMENTE OLANDESE. 

SE LE SERIE DI FIGURINE FOSSERO "MIRACOLI", SENZA ESITAZIONE NON POTREI ESIMERMI DAL DIRE CHE "DIO" E' BELGA ! 

 

2. LE RACCOLTE BELGA ED ITALIANA ED IL DISFACIMENTO DELLE COLLEZIONI LIEBIG 

DETTO, A PREMESSA, CHE LE FIGURINE FIAMMINGHE COMPAIONO DAL 1930 E CHE SI SPEGNERANNO COME QUELLE FRANCOFONE NEL 1962, LE ESCLUDERO' A PIE' PARI DALLA NOSTRA TRATTAZIONE, VISTO CHE COSTITUISCO CERTAMENTE UNA REALTA' NEI CONFRONTI DEL REALE BILINGUISMO BELGA, MA NON UN ASPETTO ULTERIORE RISPETTO A QUANTO NEL PRECEDENTE CAPITOLO CONSIDERATO.
ANALOGAMENTE NEL NOSTRO DISCORSO ESCLUDIAMO, NON SENZA PERO' DARNE ALMENO UN CENNO, LA PRODUZIONE BELGA DEL XIX SECOLO: CHE FU ABBONDANTE, FORTE DI 338 SERIE, A FRONTE DELLE 326 SERIE ITALIANE, INFERIORE SOLO ALLE SERIE FRANCESI ( 486 ) ED A QUELLE TEDESCHE ( 473). 

LA RACCOLTA BELGA DEL '900 ( E PARIMENTI ANCHE QUELLA ITALIANA) HA AVUTO UN ANDAMENTO PARTICOLARE, COL TRASCORRERE DEGLI ANNI, VEDIAMO DI COSA SI TRATTA.
LA RACCOLTA TEDESCA HA CAMMINATO COME UN TRENO FINO ALLA PRIMA GUERRA MONDIALE, PIU' NUMERO DI SERIE DI TUTTI, MENTRE LA FRANCIA HA DENOTATO UNA CRESCENTE STANCHEZZA RAREFACENDO LE SUE SERIE A PARTIRE DAL 1910 E "MOLLANDO" DEFINITIVAMENTE GIA' L'ANNO PRECEDENDO LO SCOPPIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE (1913).
ITALIA E BELGIO, INVECE, NON SONO STATE MOLTO RALLENTATE NEGLI ANNI DEL CONFLITTO, NON PRIMA, (ERGO LA CAUSA DEVE ASCRIVERSI ESCLUSIVAMENTE AL CONFLITTO STESSO) ED HANNO RIPRESO DI GRAN LENA LA PRODUZIONE DELLE PROPRIE RACCOLTE E NEL PERIODO TRA LE DUE GUERRE MONDIALI, TANTO CHE POSSIAMO DIRE CHE AMBEDUE LE RACCOLTE NON HANNO "PERSO UN COLPO". 

LA GUERRA, ANZI I DUE CONFLITTI HANNO CAMBIATO LA RADICE DELLA COLLEZIONE LIEBIG, QUANDO LE RACCOLTE COMINCIANO A DIFFERENZIARSI E COMPAIONO INVECE SERIE DI CARATTERE ESCLUSIVO NAZIONALE..
GIA' NEL 1934 ERA NATA LA COMPAGNIA ITALIANA LIEBIG, NEL TEMPO SEMPRE PIU' AUTONOMA, MENTRE LA LIEBIG TEDESCA AVEVA PROMOSSO ED IMPOSTO LA PUBBLICAZIONE DI DUE SERIE DEDICATE NOMINALMENTE ALLA GIOVENTU' FEMMINILE E MASCHILE TEDESCA, MA IN REALTA' DEDICATE ALLA GIOVENTU' DEL TERZO REICH (LA FAMIGERATA HITLER JUGEND), CON TANTO DI BANDIERA DEL PARTITO NAZISTA, NON DEL VESSILLO NAZIONALE, DI FATTO POLITICIZZANDO LA RACCOLTA (LA LIEBIG STORICA NON SAREBBE MAI CADUTA COSI' IN BASSO)
A TAL PROPOSITO BASTI RICORDARE CHE PER UNA IMMAGINE, IN CUI I BAMBINI ITALIANI PIU' CHE DEDITI ALLO STUDIO O AL GIOCO O AL LAVORO (ATTIVITA' CHE I NOSTRI BISNONNI E NONNI AFFRONTAVANO SIN DA BAMBINI), ERANO STATI RAPPRESENTATI A MENDICARE/O INFASTIDIRE I TURISTI PER LE VIE ITALICHE, SI ERA SCATENATO UN PUTIFERIO CHE COSTRINSE LA LIEBIG A RITIRARE QUELLA SERIE SOSTITUENDO LA FIGURINA INCRIMINATA. 

DOVE ERA LA LIEBIG E/O L'OPINIONE PUBBLICA EUROPEA QUANDO IL VESSILLO NAZISTA APPARVE SULLA SERIE 1300???
ERANO TUTTI MORIBONDI, DISTRATTI, SUCCUBI O TERRORIZZATI?
E' STATO QUESTO UN FATTO TANGIBILE DEL CAMBIAMENTO, DELLA LA PROGRESSIVA PERDITA DI CONTROLLO E COESIONE DELLA COLLEZIONE SULLE RACCOLTE NAZIONALI, TANTO CHE QUESTE PRENDONO IL SOPRAVVENTO.
MA SE UN "CONCETTO" PUO' ESSERE RIBALTATO DALLE DIFFERENTI VISIONI POLITICHE (DI ALLORA E DI OGGI), ALLORA OSSERVIAMO IL FENOMENO NON PIU' DAL LATO ESISTENZIALE MA DAL LATO SEMPLICEMENTE NUMERICO.
ALCUNI DATI NUMERICI CI AIUTERANNO A MEGLIO COMPRENDERE. 

PERIODO 1907 - 1912 

  • ITALIA - SERIE PRODOTTE - 187 DI CUI ESCLUSIVE ITALIANE 5;
  • BELGIO - SERIE PRODOTTE - 184 DI CUI ESCLUSIVE BELGHE NESSUNA.
    IL CHE SIGNIFICA 184 SERIE A FATTOR COMUNE, CIRCA IL 98%; 

PERIODO 1950 - 1955 

  • ITALIA - SERIE PRODOTTE - 64;
  • BELGIO - SERIE PRODOTTE - 96;
    SERIE COMUNI - PRODOTTE - 6, CIRCA IL 3,75% 

TRA 98 E 3,75 C'E' UNA ENORME, PESANTE E SIGNIFICATIVA DIFFERENZA!!! 

LE DUE RACCOLTE, PRIMA PARALLELE, FRUTTO DI UNA COMUNE REGIA "LIEBIG", DOPO LA GUERRA DEL '39 '45, SEMBRANO APPARTENERE A DUE "CORTINE DIFFERENTI" DOVE IL SINGOLARE PREVALE SUL COMUNITARIO E DOVE LE CICATRICI DELLA GUERRA SONO ANCORA FERITE SANGUINANTI. 

IN QUESTO PERCORSO IN CUI ASSISTIAMO ALLA DISGREGAZIONE DELLA INTERNAZIONALE COMUNITA' D'INTENTI LIEBIG (UNA SORTA DI REGIA OCCULTA MA PRESENTE E FATTIVA), PIU' SI ANDRA' AVANTI PIU' SI NOTERANNO LE DIVERSIFICAZIONI DEI PROGRAMMI PROPOSTI, DOVE IL "COMUNE" CHE NEL SECONDO DECENNIO DEL SECOLO ERA IL 99% DIVIENE A POCO A POCO IL 3%, FINO A CHE IL BELGIO ( NELLE EDIZIONI VALLONE E FIAMMINGO) SCOMPARE ASSIEME ALL'OLANDA, MENTRE L'ITALIA DA SOLA PROSEGUIRA' IL CAMMINO PER ALTRI 13 ANNI. 

E POI DICONO CHE SONO "FIGURINE" ! 

E SONO "FIGURINE"!
MA BISOGNA GUARDARLE QUESTE "FIGURINE", CAPIRLE, IDENTIFICARNE LE RAGIONI, LA STORIA, I PERCHE', IL SIGNIFICATO, IL VALORE IL PERCORSO, CHE NELLE LIEBIG, COME IN NESSUN'ALTRO E' ELEMENTO DETERMINANTE DELL'INTERA LONGEVA COLLEZIONE. 

LA COLLEZIONE LIEBIG, NATA PICCOLA E SUBITO DIVENUTA AFFOLLATA, COMPATTA, UNIVOCA E POSSENTE, ENTRA IN COMA, ABBANDONATA GIA' NEL 1962, AGONIZZANDO PER ALTRI ANNI NELLA SOLITUDINE ITALIANA, E MUORE, SCIOLTA NEGLI ACIDI DELLA DIFFIDENZA, DELLA SINGOLARITA', DELLE INCOMPRENSIONI POST BELLICHE. 

MA MENTRE, ACRI, I MIASMI DEGLI ACIDI SI DIFFONDONO NELL'ARIA, NASCE IL GERME CHE NEGLI ANNI A VENIRE DARA' PACE, SOLIDITA' UNIONE POLITICA E MONETARIA ALL'EUROPA STANCA DI SBAGLIARE, STANCA DI NON SAPER VEDERE UN PALMO AVANTI AL NASO, STANCA DI VEDERSI DIVISA DA UN MURO, DA UNA CORTINA DI FERRO O DI LATTA CHE FOSSE, STANCA DI ESSERE UN NULLA NELLA GRINFIE DEGLI "ALTRI". 

COME UNA METAFORA VEDIAMO IL REGNO UNITO, ALL'INIZIO PROTAGONISTA NELLE LIEBIG, ANCHE SU UN PO' SVOGLIATO, SOLO 87 SERIE NELL''800 E POI CIAO CIAO LIEBIG, 2 SOLE SERIE NEL '900, COSI' COME OGGI, DANDO UNO SCHIAFFO ALL'EUROPEISMO, FORTI DI UN IMPROVVIDO, FULMINEO, QUANTO SBAGLIATO E CAPZIOSO REFERENDUM, DICONO CIAO CIAO ALL'EUROPA, SENZA NEMMENO VOLER RISPETTARE I PATTI SOTTOSCRITTI! 

 

 

3. LA RACCOLTA BELGA NEL SUO SIGNIFICATO CULTURALE E DI CONTENUTI 

SE FINO AL 1940 IL PERCORSO DELLE LIEBIG BELGHE E' STATO PARALLELO A QUELLO DELLE LIEBIG ITALIANE, DOPO IL SECONDO CONFLITTO MONDIALE C'E' STATA UNA VERA E PROPRIA SCISSIONE DI QUESTO PARALLELISMO.
NEL CAPITOLO PRECEDENTE ABBIAMO EVIDENZIATO ED ANALIZZATO LE RAGIONE DI QUESTO FENOMENO. 

ORA, PRENDIAMO ATTO CHE, SOTTO IL PROFILO "CREATIVO" LA REALTA' POST BELLICA CI HA CONSEGNATO UNA QUANTITA' DI SERIE DIFFERENTI INUSITATA, NELL'AMBITO DEL PERCORSO DELLA COLLEZIONE LIEBIG MATURATO NEI QUASI 80 ANNI DI ININTERROTTA PRODUZIONE.
QUESTO ASPETTO SI TRADUCE IN PIU' SERIE, IN PIU' COSA DA CONOSCERE, DA APPROFONDIRE, DA STUDIARE, DA APPREZZARE, DA COLLEZIONARE.
CONSIDERIAMO CHE DELLE (1871-609 =1262) 1262 SERIE CHE COSTITUISCONO LA PRODUZIONE DELLA COLLEZIONE LIEBIG DEL XX SECOLO, LA RACCOLTA ITALIANA COMPLETA, SOMMATA ALLE SERIE BELGHE NON PUBBLICATE IN ITALIANO LASCIANO IL POSTO A SOLE 17 SERIE TEDESCHE E A SOLE 5 SERIE FRANCESI, CONSIDERANDO CHE OLANDA, SVIZZERA SPAGNA NON HANNO SERIE ESCLUSIVE. 

ECCO PERCHE' ANCHE NELL'AMBITO DI UNA COLLEZIONE PERSONALE CHE VOGLIA COMPRENDERE TUTTE LE 1260 SERIE PRODOTTE NEL CORSO DEL XX SECOLO, LA PRODUZIONE BELGA (FRANCOFONA) E' FONDAMENTALE CON LE SUE 261 SERIE SCONOSCIUTE ALLA EDIZIONE ITALIANA. 

AVREMO MODO DI SEGNALARE QUALCHE DETTAGLIO ATTINENTE AL CORPO DELLE SERIE CHE COMPONGONO LA RACCOLTA BELGA NEGLI ARTICOLI DI PRESENTAZIONE DEI DUE VOLUMI VIRTUALI NEI QUALI E' STATA INSERITA LA PRODUZIONE LIEBIG BELGA COMPOSTA DALLE SERIE NON EDITE IN LINGUA ITALIANA. 

DICIAMO CHE, FONDAMENTALMENTE, LE SERIE BELGHE HANNO UNO STILE DI DISEGNO UN PO' PARTICOLARE ANCHE PERCHE' MOLTISSIME DI QUESTE, QUASI TUTTE QUELLE STORICHE E DI COSTUME, SONO STATE AFFIDATE AD UN DISEGNATORE, ILLUSTRATORE, PITTORE BELGA, JAMES THIRIAR (IXELLES 1889 - BRUXELLES 1965) IL CUI STILE, RAPIDO ED ACQUARELLISTICO, SECONDO IL MIO MODESTO PARERE, PROPRIO PERCHE' MANCA DELLA "LINEA" - MANCANZA TIPICA NELLA PITTURA AD ACQUERELLO - RISULTA UN PO' SCIVOLOSO, ETEREO E POCO INCISIVO.
UN ALTRO ILLUSTRATORE BELGA CHE FIRMA DIVERSE SERIE DI LIEBIG E' HUBER DUPOND (HUB DUPOND, COME SI FIRMAVA) CHE E' UN GRANDISSIMO ILLUSTRATORE FAMOSO PER ESSERE SPECIALIZZATO NEL RITRARRE UCCELI NEL LORO HABITAT NATURALE.
CI SONO POI DIVERSE ALTRE FIRME, COME LR IN UN CARTIGLIO CIRCOLARE SPECIALIZZATO NEL DISEGNO DI ELEMENTI NATURALI E DIVERSI ALTRI, RICORDANDO CHE IL BELGIO E' LA PATRIA DI GRANDI DISEGNATORI A PARTIRE DA MAGRITTE, DELVAUX HERVE, IL PADRE DI TIN TIN. 

PER QUANTO CONCERNE I CONTENUTI CULTURALI ED INFORMATIVI, LE SERIE EDITE IN BELGIO HANNO ALCUNE CONNOTAZIONI TIPICAMENTE LOCALI COME NOVELLE, FAVOLE RACCONTI PRESI DALLA TRADIZIONE POPOLARE FIAMMINGO-VALLONE, MENTRE PER ASPETTI PAESAGGISTICI E DI ARCHITETTURA RURALE - STORICA, ANCHE SE SI TRATTA DI ELEMENTI "LOCALI" LA GODIBILITA' E' ALTRETTANTO ELEVATA ANCHE SE FOSSERO (MA NON LO SONO STATE) RIPRODOTTE IN ALTRE LINGUE.
MOLTO PRESENTI SONO LE SERIE DEDICATE ALLA STORIA DI STATI EUROPEI, ANCHE QUESTE POTENZIALMENTE TRASFERIBILI SU ALTRE RACCOLTE CHE NON FOSSE LA SOLA RACCOLTA OLANDESE. 

NEL COMPLESSO, LE 261 SERIE DEL BELGIO NON PUBBLICATE IN LINGUA ITALIANA SONO ASSOLUTAMENTE IMPRESCINDIBILI NEL QUADRO DI RICOSTRUZIONE DI UNA RACCOLTA PERSONALE CHE VOGLIA ANNOVERARE, IN UN MODO "INTELLIGENTE", TUTTE LE SERIE REALIZZATE NEL '900. 

 

4. ALCUNE SERIE PARTICOLARI 

ESCLUSIVAMENTE DI INTERESSE COLLEZIONISTICO PER NOI ITALIANI SONO ALCUNE SERIE PARTICOLARI.
MI RIFERISCO ALLE SERIE STORICAMENTE RARE DELLA RACCOLTA ITALIANA OVVERO ALLE SERIE NUMERO: 

  • 956 A - EPISODI DI VITA DEI FANCIULLI - NELLA VERSIONE ITALIANA CONSIDERATA R2;
  • 1088 - COSTUMI DELLA SVEVIA - NELLA VERSIONE ITALIANA CON VALORE SUPERIORE AI 1.000 EURO;
  • 1089 - COSTUMI E VEDUTE DELL'AUSTRIA - NELLA VERSIONE ITALIANA BEN OLTRE I 1.200 EURO;
  • 1098 - IN PALESTINA - NELLA VERSIONE ITALIANA SUI 1.00 EURO;
  • 1105 - IN TUNISIA - NELLA VERSIONE ITALIANA CONSIDERATA UNA R2;
  • 1114 - IL COMPOSITORE GLUCK - NELLA VERSIONE ITALIANA SUI 750 EURO. 

EBBENE, QUESTE SERIE, NELLA VERSIONE BELGA (FRANCOFONA) HANNO UN VALORE DECISAMENTE PIU' ACCESSIBILE RISPETTO ALLA CORRISPONDENTE SERIE ITALIANA E COSTITUISCONO UNA SOLUZIONE PER CHI DESIDERASSE AVERE UNA RACCOLTA ITALIANA SENZA BUCHI O MANCANZE. 

IO HO FATTO COSI'.  

   
   
© www.FigurineCartonate.it, un'idea di Carlo Maria Allochis - realizzato da Glu2k WebMaster

Login

Registrazione autonoma disattivata.
Per creare un account scrivere una
mail a info@figurinecartonate.it indicando
"Nome Utente" e "Password" desiderate.
La password potrà essere cambiata in
qualsiasi momento tramite gesione account