Menu Principale  

   
Tophost
   
   
   

COMICS LIBRARY - ROMA

SERIE

"I MITI DI HOLLIWOOD"

PRODUZIONE FINE ANNI '70 PRIMI ANNI '80

FIGURINE
 

PRESENTAZIONE 

1.     ELEMENTI BASE 

DÌ QUESTA SERIE SI SA POCO OLTRE QUELLO CHE APPARE COME EVIDENZA SULLE STESSE FIGURINE, MANEGGIANDOLE. 

LA CASA PRODUTTRICE E’  LA COMICS LIBRARY DI ROMA CHE LE STAMPA SU SUPPORTO ADESIVO DI ALTISSIMA QUALITA' PRODOTTO DALLADITTA  "BINTAK" CHE NE SIGLA IL RETRO CON IL SUO MARCHIO TIPO KODAK, SI DA FAR SEMBRARE AD UNA ANALISI NEMMENO TROPPO SOMMARIA LE FIGURINE COME DELLE CARTONATE SU CARTA FOTOGRAFICA MENTRE SI TRATTA DI SQUALLIDISSIME ADESIVE LUCIDE! 

L’ANNO DÌ PRODUZIONE E’, PER ORA ABBASTANZA INCERTO MA RITENGO DI POTER AFFERMARE CHE SIA COMPRESO IN UN ARCO TEMPORALE MOLTO RISTRETTO CHE VA DAL 1979 AL 1980. 

INCERTA ANCHE LA MATRICE PRODUTTIVA CHE DOVREBBE ESSERE ANGLOSASSONE, PIU’ AMERICANA CHE INGLESE E, COMUNQUE, MI SENTIREI DÌ ESCLUDERE UNA MATRICE ITALIANA IN TALE PROGETTO PER ALCUNI SEMPLICI MA IMPORTANTI DETTAGLI.
VEDIAMO QUALI: 

  • LE FIGURINE SONO NUMERATE E MESSE IN ORDINE ALFABETICO (1 ALLISON – 144  YOUNG) E SIN QUI’ NULLA DÌ NON ITALIANO, MA TRA IL NUMERO ED IL COGNOME COMPARE IL NOME (1 – JUNE ALLISON), IL CHE NON E’ UNA METODOLOGIA ITALIANA, DIFATTI UNA EDIZIONE ITALIANA AVREBBE SCRITTO “1 – ALLISON JUNE”, FACENDO RISALTARE L’ELEMENTO MESSO IN ORDINE ALFABETICO E NON IL NOME PROPRIO;
  • LE FIGURINE CONTENGONO SU 144 PERSONAGGI UN SOLO ATTORE ITALIANO, A PARTE RODOLFO VALENTINO CHE PERO’ IN ITALIA C’ERA NATO E BASTA, ANZI UNA ATTRICE, LA MILANESE ISA MIRANDA, CHE PERO’ INIZIO’ LA SUA CARRIERA NEL CINEMA PROPRIO AD HOLLIWOOD.
    NON CI SONO SORDI, NAZZARI, GASSMANN ED ALTRI ATTORI NOSTRANI CHE INVECE TROVIAMO AD ESEMPIO NELLA SERIE ATTORI E ATTRICI DELLA EUROMATIC RECORD ROMA.
    A TALE CONSIDERAZIONE SI POTREBBE CONTRO ARGOMENTARE CHE ESSENDO IL TITOLO DELLA RACCOLTA "I MITI DI HOLLIWOOD, SORDI E GASSMANN NON EBBERO MODO DI APPARTENERE AL CINEMA HOLLIWOODIANO, MA UNA EDIZIONE CURATA E REALIZZATA INTEGRALMENTE IN ITALIA NON AVREBBE "DIMENTICATO" QUALCHE ATTORE NOSTRANO, VIRNA LISI O SOPHIA LOREN CHE A HOLLIWOOD ERANO STATE OD ERANO ALL'EPOCA ANCORA BEN FAMOSE; 
  • LA NUMERAZIONE DELLE FIGURINE E’ ATIPICA, PERCHE’ 144 E’ UNO STRANO NUMERO ED UNA PRODUZIONE ITALIANA NON AVREBBE MAI ADOTTATO UN NUMERO COSI’ POCO LEGATO AI NUMERI DECIMALI INTERI, PER CUI SAREBBE STATO PIU’ CONSONO UN 150 OD UN 145 AL LIMITE, MA NON UN 144. 
    ANCHE QUI' E' FACILE CONTRO ARGOMENTARE SOSTENENDO CHE 144 E' MULTIPLO DI  9 E NOVE SONO LE FIGURINE CONTENUTE IN OGNI PAGINA DELL'ALBUM CHE AVENDO 20 PAGINE, COPERTINE INCLUSE NE HA DEDICATE APPUNTO 16 ALLE FIGURINE PER 144 FIGURINE.

LE FIGURINE HANNO UN FORMATO ABBASTANZA INSOLITO PARI A 10 X 7 cm CHE IN TERMINI INGLESI SAREBBERO 3 X 4 POLLICI, MISURA PRECISA ANCHE COL SISTEMA ANGLOSASSONE E NON INSOLITA. 

LE FIGURINE SONO ADESIVE ED IL SUPPORTO SUPERIORE E’ LUCIDO MENTRE QUELLO INFERIORE DA STACCARE E’ A SEMBIANZA DÌ CARTA FOTOGRAFICA. 

LA SERIE E’ IN BIANCO E NERO, MOLTO BELLO E DÌ TIPO ASSOLUTAMENTE FOTOGRAFICO. 

ANCHE GUARDANDO I SOGGETTI SI HA L’IMPRESSIONE  (RIBADISCO L’IMPRESSIONE) CHE LA SERIE SIA STATA REALIZZATA ATTORNO ALLA META’ DEGLI ANNI 60 E POI STAMPATA IN SUPPORTO ADESIVO QUALCHE ANNO PIU’ TARDI, RICORDANDO CHE LA FIGURINA ADESIVA COMPARE PER LA PRIMA VOLTA NELLE RACCOLTE DELLA FOL.BO DÌ BOLOGNA DEL 1964 (SERIE “TUTTA ITALIA”) E DELLA PANINI NEL 1962 CON LA PRODUZIONE DÌ SOLI 19 SCUDETTI ADESIVI. 

E’, PERTANTO EVIDENTE CHE L’ADESIVO, A META’ ANNI ’60, E’ UN SUPPORTO ANCORA TROPPO COSTOSO PER PRODURRE FIGURINE GRANDI 10 X 7 cm IN BIANCO E NERO E DALLA INCERTA DIFFUSIONE! 

PER QUESTO MOTIVO DATEREI LA PRODUZIONE PIU’ AVANTI, ALLA FINE DEGLI ANNI ’70 O FORSE PRIMI ANNI ’80, VISTO CHE RITROVIAMO DELLE FIGURINE AUTOADESIVE, DÌ IDENTICHE DIMENSIONI, RECANTI SUL RETRO LA SIGLA BINTAK ED ANCHE UN TIMBRO FACENTE RIFERIMENTO ALLA DITTA DÌ CASTEL MAGGIORE( BOLOGNA) “CINEADESIVI GAMBERINI” E RAFFIGURANTI LOCANDINE DÌ FILM TRA CUI “HERBIE AL RALLYE DÌ MONTECARLO” UN FILM DATATO 1977, PER CUI TALE PRODUZIONE E’ ALMENO DELLO STESSO ANNO SE NON DEL 1979…….

LA SERIE E' DOTATA DI UN ALBUM MOLTO BELLO E BEN FATTO IN CUI, IN COPERTINA, E' RAFFIGURATA UNA SMAGLIANTE MARYLIN MONROE SU SFONDO AZZURRO.

 



IL RETRO DELLE "COMICS LIBRARY" " I MITI DI HOLLIWOOD" RECA UNA TIMBRATURA CARATTERISTICA DELLE CARTE FOTOGRAFICHE CHE, A VOLTE, COME NEL CASO DELLA FOTO, RIPORTA BEN DUE VOLTE IL LOGO ED A VOLTE INVECE IL LOGO NON COMPARE.

IN REALTA' LA CARTA NON E' FOTOGRAFICA MA E' LA PELLICOLA CHE PROTEGGE L'ADESIVO.

TALE PELLICOLA E' DI DISCRETO SPESSORE ED UNITA ALLO SPESSORE DELLA FIGURINA VERA E PROPRIA CHE E' MOLTO LEGGERA E SOTTILE, DA ALLA FIGURINA UN INCREDIBILE ASPETTO CARTONATO 

 



2.     I SOGGETTI 

LE FIGURINE SONO NUMERATE, DISPOSTE IN ORDINE ALFABETICO E NON CI SONO ATTORI NE ATTRICI CHE HANNO PIU’ DÌ UNA FIGURINA. 

IL PANORAMA DEI MITI HOLLIWOODIANI PRESENTATI E’ ABBASTANZA AMPIO E 144 E’ UN NUMERO MOLTO CONSISTENTE E INSUPERATO DA SERIE DÌ PARI ARGOMENTO CHE ABBIAMO TROVATO NEL MONDO DELLE CARTONATE. 

LA GRANDE MAGGIORANZA DEI SOGGETTI E’ AMERICANA E POCHI SONO GLI ATTORI ITALIANI ED EUROPEI IN GENERE PRESENTI IN RACCOLTA. 

TRA I 144 ATTORI PRESENTATI 69 SONO MASCHI E 75 SONO FEMMINE (E CHE FEMMINE!).
QUESTA PICCOLA DIFFERENZA TRA GENERI NON HA PER ME NESSUN SIGNIFICATO PARTICOLARE, NE IO SONO UN TALE INTENDITORE DÌ CINEMA DA POTER SOTTOLINEARE DELLE CLAMOROSE MANCANZE, MI VIENE IN MENTE PERO’ YUL BRINNER CHE NON E’ PRESENTE, MA NE CITO UNO PER TUTTI.
E’ EVIDENTE CHE LA PRESENZA DÌ PIU’ D’UNO DEI DIVI DEL MUTO POSSA AVER COMPORTATO PROPRIO IN QUESTA CATEGORIA DÌ ATTORI LE PIU’ MARCATE MANCANZE DELLA RACCOLTA, MA QUESTO SI SPIEGHEREBBE COL FATTO CHE LA PRIORITA’ SIA STATA DATA AD ATTORI “ATTUALI” RISPETTO A “QUELLI” DEL MUTO IN GRAN PARTE DIMENTICATI, TRANNE ALCUNE ECCEZIONI. 

UN DESTINO FATALE! 

MOLTI, ABBIAMO APPENA DETTO, SONO DIVI DEL CINEMA MUTO E SOLO IN ALCUNI CASI POI TRANSITATI CON SUCCESSO AL CINEMA SONORO, MA LA GRAN PARTE DEGLI ATTORI PRESENTI E’ RAPPRESENTATA DA ATTORI PIENAMENTE AFFERMATI ANCHE NEGLI ANNI ’60 DA LIZ TAYOLOR A PAUL NEWMANN, DA MARYLIN MONROE A KIRK DOUGLAS, QUINDI NON SOLO RODOLFO VALENTINO O BUSTER KEATON! 

DICIAMO CHE LE GALLERY DEI DIVI E’ MOLTO INTERESSANTE E LE FOTO SONO MOLTO BEN CURATE E SI VEDE CHE SONO IMMAGINI DÌ STUDIO DÌ POSA FORNITE UFFICIALMENTE ALLA PRODUZIONE DELLE FIGURINE. 

IL LAVORO E’ QUINDI CONDOTTO IN MANIERA APERTA, PALESE, CON IMMAGINI UFFICIALI E NON E’ UN LAVORO PORTATO AVANTI CON IMMAGINI RUBATE O DÌ REPERTORIO. 

D'ALTRONDE SOLO UN FOLLE AVREBBE POTUTO INTRAPRENDERE UNA IMPRESA COMMERCIALE NON CERTO DÌ COSTI BASSI SENZA AVERE ALLE SPALLE UNA BUONA ORGANIZZAZIONE TECNICA E COMMERCIALE. 

PERCHE’ POI NON ABBIA FIRMATO SULLE FIGURINE IL PROGETTO, UNA VOLTA  REALIZZATO, E VERIFICATO CHE LA REALIZZAZIONE FOSSE DÌ UN CERTO RILIEVO, QUESTO RESTA UN MISTERO.  


 3.         ASPETTI COLLEZIONISTICI 

LA RACCOLTA DÌ 144 FIGURINE E’ PALESEMENTE COMPLETA, GRAZIE AL FATTO CHE LA NUMERAZIONE FU DATA SEGUENDO L’ORDINE ALFABETICO, QUINDI CON NESSUNA POSSIBILITA’ DÌ SBAGLIARE, ANCHE PERCHE' L'ALBUM IN QUESTI CASI FA ASSOLUTAMENTE TESTO.

LE "FIGURINE DEI MITI DI HOLLIWOOD NON SONO FIGURINE INTROVABILI NE PIUTTOSTO RARE E SPESSO SONO CONSIDERATE MOLTO DAGLI AMANTI DEL CINEMA, QUALI FIGURINE DÌ GRANDE FASCINO, PIUTTOSTO CHE DA AMANTI DELLE FIGURINE IN SE STESSE, ANCHE PER VIA DEL LORO ESSERE DELLE ADESIVE... NON DIMENTICHIAMOLO.

LA RACCOLTA SI PUO' TRANQUILLAMENTE TENTARE, NON E' UNA IMPRESA IMPOSSIBILE DI CERTO, ANZI, SPESSO SU EBAY SONO COMPARSE DELLE SERIE INTERE E VENDUTE A PREZZI ACCESSIBILISSIMI. 

DIVERSO IL DISCORSO DELL'ALBUM CHE TRATTEREMO, COME SEMPRE A PARTE 


BUONA COLLEZIONE!!!!!!

 

 

 


   
   
© www.FigurineCartonate.it, un'idea di Carlo Maria Allochis - realizzato da Glu2k WebMaster

Login

Registrazione autonoma disattivata.
Per creare un account scrivere una
mail a info@figurinecartonate.it indicando
"Nome Utente" e "Password" desiderate.
La password potrà essere cambiata in
qualsiasi momento tramite gesione account